Ritengo che la diagnosi sia un passaggio obbligato per giungere al riconoscimento della DCCM, quantomeno è utile a raccogliere i dati dei pazienti e a stabilire una casistica che abbia validità scientifica. Non ci sono alternative, la politica non si muove se non ci sono i numeri. Non ci sono scorciatoie e la cosa peggiore che potete fare è affidarvi al primo che capita, visto che potreste subire anche danni peggiori e irreparabili a cui oltre tutto nessuno sarà in grado di far fronte e potrà in alcun modo porre rimedio.

Nel Centro Don Gnocchi di Roma, lo stesso indicato nella risposta del Ministero della Salute, esiste un “poliambulatorio specialistico” che comprende un ambulatorio di gnatologia, diretto dal dott. G. Chiogna, il quale sarà in grado di fare una diagnosi, ma non potrà farsi carico della vs. cura. In mancanza di una apposita convenzione Regione-Struttura, il centro non garantisce le prestazioni di Odontoiatria in quanto, essendo prestazioni non incluse nei LEA, non esiste nemmeno un d.r.g. e capitolo di spesa in grado di giustificare il rimborso.

Le informazioni le potete trovare in rete o potete mettervi in contatto con l’AGO Associazione Gnatologia Odontoiatrica di cui è presidente lo stesso dott. Chiogna e al quale potete richiedere gratuitamente una:
CONSULENZA GNATOLOGICA ON LINE.

La regione Umbria ha sempre rifiutato di stabilire una convenzione con questo centro, quindi io stesso mi sono dovuto recare all’estero, vista la complessità del mio caso, per la cura della mia DCCM. Se vi fornisco questa informazione è solo dovuto al fatto che sono convito che poco è meglio di nulla. Noi quello che sappiamo lo abbiamo sempre messo in rete a disposizione di tutti gratuitamente, in quanto in questi anni abbiamo toccato con mano la sofferenza e la disperazione dei tanti pazienti in Italia e quindi riteniamo che sia giusto fare così. Tengo a precisare che noi non “sponsorizziamo” nessuno ne tanto meno riceviamo “tangenti” o compensi da chicchessia e non siamo in alcun modo responsabili dell’ operato del Centro, di eventuali loro mancanze e disservizi e difformità risponde solo e unicamente il Don Gnocchi di Roma e il dott. Chiogna.