NON CURARE LA D.C.C.M NON E’SOLO CONTRO SCIENZA E COSCIENZA, MA E’UN ATTO CRIMINALE
Considerata la “MADRE” delle patologie, a giudicare dall’ampio “corteo” dei sintomi, e non curata, porta a stati invalidanti davvero gravi.

E’ anche conosciuta con il termine di Sindrome di COSTEN sin dal 1934…. ECCO COSA DICE LA RICERCA.

UN PO’DI STORIA…
Nel 2009 il prof. E. Gherlone (gnatologo clinico) consulente per l’odontoiatria del Ministero della Salute si era reso disponibile per avviare una sperimentazione per la validazione di un metodo di cura…ci aveva chiesto di individuare un centro, cosa che noi (arianuova) abbiamo fatto, … ma la regione Umbria ha sempre opposto un netto rifiuto, mentendo alla Commissione parlamentare sul ssn e alla Presidenza della Repubblica e falsificando, più volte, documenti, verbali di visita e relazioni medico-legali.

Successivamente nel 2011 il Ministero della Salute ha pubblicato delle line guida in materia di cure Odontoiatriche di 221 pagine e visto che molti, “sfogliano” copiano e incollano, ma non leggono (come nel caso della Di Vita) vi ho fatto un riassunto:

“”I disordini temporo-mandibolari (DTM) sono una serie di condizioni cliniche caratterizzate da segni e sintomi che coinvolgono i muscoli masticatori, l’articolazione temporo-mandibolare (ATM) e le strutture associate….a volte, possono essere disordini associati a trattamenti odontoiatrici non eseguiti “a regola d’arte”. La maggior parte dei pazienti lamenta un’alterazione dello stato funzionale e una riduzione della qualità di vita. L’eziologia e la fisiopatologia dei DTM è poco conosciuta…. La prevalenza dei sintomi, riportata nella letteratura internazionale, varia dal 16% al 59%, mentre quella dei segni dal 33% all’86%….dati sottostimati… inoltre, è stato dimostrato che i pazienti con DTM cronici soffrono più frequentemente di dolori cervicali. Sicuramente la complessità stessa dei DTM,…rende difficile accertare la validità degli studi condotti; i diversi aspetti dei DTM andrebbero esaminati singolarmente per verificarne le associazioni con le singole alterazioni posturali…dunque sarebbe logico considerare il sistema cranio-cervico-mandibolare un tutt’uno dal punto di vista anatomo-funzionale….A oggi, i dati su cui si fondano le ipotesi di correlazione tra occlusione e distretto cranio-cervico-mandibolare sono prevalentemente di ordine anatomico (connessioni muscolari, legamentose e fasciali tra mandibola, osso ioide, cranio e rachide cervicale), clinico (in pazienti affetti da problemi disfunzionali masticatori si riscontra una maggiore prevalenza di cervicalgie rispetto alla popolazione normale) e sperimentale.””

Testo della Interrogazione Parlamentare relativa alla D.C.C.M, presentata nel 2015 dalla on. G. GRILLO, attuale Ministro della Salute.

LA MANCATA PREVENZIONE E CURA, LA CAUSA DI NUOVE MALATTIE
Evidence of Signs and Symptoms of Craniomandibular Disorders in Fibromyalgia Patients. – PubMed – NCBI

In America il National Institutes of Health (NIH) pubblica gli studi dei ricercatori Italiani che mettono in relazione la fibromialgia con i disordini Cranio-mandibolari…… mentre in Italia ci si affida ancora “agli ottimi rimedi della nonna”. Guardate come i sintomi della Fibromialgia sono sovrapponibili a quelli della DCCM!!!!!