Un protocollo d’intesa costituito in quattro punti che intendiamo sottoporre ai personaggi politici di ogni partito, chiedendo loro di sottoscriverlo.

L’iniziativa vede protagoniste 11 associazioni di malati tra cui quelle dei malati rari e a cui hanno aderito anche singoli cittadini. Vi chiediamo MASSIMA CONDIVISIONE per questa iniziativa, che ha lo scopo di far capire a tutti che quando si parla di sanità e di salute esistono anche i malati. Loro, e non altri, sono il “cuore” di questo “sistema” che oggi li esclude con sempre maggiore frequenza a causa della corruzione e degli sprechi ormai quantificabili in oltre 23 miliardi di euri, cioè circa un quarto della spesa sanitaria. Al primo punto infatti abbiamo messo il funzionamento degli organismi di controllo, nelle modalità previste nei piani sanitari delle singole regioni.

Allo scopo di sensibilizzare i cittadini sul problema dei malati abbiamo deciso di rilanciare questa iniziativa “la salute al primo posto” un protocollo d’intesa che intendiamo sottoporre a tutti i candidati alle presidenziali della regione Umbria.

Questo è il testo del PROTOCOLLO D’ INTESA, che chiunque può leggere, scaricare e far firmare.
Una PETIZIONE PUBBLICA con il seguente messaggio: “Sottoscrivo l’appello: la salute al primo posto” (fai copia e incolla) aggiungi la firma e invia una e-mail o lascia un commento alla fine delle pagine. IMPORTANTE le associazioni e i siti di pazienti possono mandare i loro banner.

“LA SALUTE AL PRIMO POSTO”

Alla pagina “mission” c’è l’elenco delle associazioni che hanno aderito.
Comitato promotore: La salute al primo posto.